Homepage

L’associazione MartA Onlus  nasce il 27 Gennaio 2018 e rappresenta la volontà di mettersi al servizio dei meno fortunati di Nadia Assanta cardiologa pediatra, Silvia Burchielli ricercatore veterinario, Luca Panchetti cardiologo, Brunella Devoti imprenditrice, Nunzia Castellano magistrato, Alda Malasoma dermatologa, e Alvaro Zefiro manager.

LE NOVITA’ DELL’ ASSOCIAZIONE MARTA ONLUS

Novità dal Kosxovo, leggi la lettera di Suor Suor Amanda Shkoza
La nuova Missione UGANDA 2022,
partenza il 9/11/22

News Unicef
News from PakwachAdozioni culturali

Assemblea soci di MartA Onlus programmata per il 29 dicembre 2021 ore 18.30

Ordine nel giorno:

Approvazione bilancio, conferma nomine, progetto per il 202.

News ed eventi

Covid, Unicef: “E’ la più grande crisi globale per i più piccoli, da marzo 2020 diventati poveri 1,8 bimbi ogni secondo”

Secondo il rapporto c’è stato uno “sconcertante aumento di bimbi sprofondati nella povertà (100 milioni in più)”

Il Covid-19 è “la più grande crisi globale per i bambini nei nostri 75 anni di storia”. E’ l’analisi dell’Unicef, che in un rapporto avverte che la pandemia sta facendo retrocedere praticamente ogni misura di progresso per i bambini, tra cui uno “sconcertante aumento di 100 milioni di bimbi in più sprofondati nella povertà, circa 1,8 bambini ogni secondo da metà marzo 2020″.”Il percorso per riguadagnare il terreno perduto – spiega in una nota l’Unicef – è lungo e, anche nel migliore dei casi, ci vorranno sette-otto anni per recuperare e tornare ai livelli di povertà dei bambini pre-Covid“. “Nel corso della nostra storia – ha detto il direttore generale Henrietta Fore – l’Unicef ha contribuito a creare ambienti più sani e sicuri per i bambini di tutto il mondo, con grandi risultati per milioni di persone. Ora questi risultati sono ora a rischio. Per rispondere, recuperare e reimmaginare il futuro di ogni bambino, l’Unicef continua a chiedere di: investire nella protezione sociale, nel capitale umano e nella spesa per una ripresa inclusiva e resiliente; porre fine alla pandemia e invertire l’allarmante regresso nella salute e nella nutrizione dei bambini, anche sfruttando il ruolo vitale dell’Unicef nella distribuzione del vaccino contro il Covid; ricostruire in modo più solido assicurando un’istruzione di qualità, protezione e una buona salute mentale per ogni bambino; costruire la resilienza per prevenire, rispondere e proteggere meglio i bambini dalle crisi, compresi nuovi approcci per porre fine alle carestie, proteggere i bambini dai cambiamenti climatici e re-immaginare la spesa per e calamità.

MartA Onlus si impegna, fino dalla sua fondazione, a supportare con Adozioni Didattiche i bambini poveri del terzo mondo. Ciò significa assicurare ad ogni singolo bambino raggiunto dalla nostra /vostra azione: istruzione e due pasti al giorno. Dunque permettiamo al bambino un percorso alternativo di crescita sociale e professionale sottraendolo dal destino legato alla povertà e alla malnutrizione.

Missione Kosovo

Gli aiuti di Marta Onlus per La scuola di Prizren – Kosovë e i ringraziamenti di suorAmanda Shkoza

Covid, Unicef: “E’ la più grande crisi globale per i più piccoli, da marzo 2020 diventati poveri 1,8 bimbi ogni secondo”

Chi siamo

MartA Onlus nasce da 7 amici con diverse esperienze personali nell’ambito del volontariato internazionale, caratterizzati da varie specificità che una sera si sono ritrovati a cena (come spesso usano fare) e hanno deciso di provare ad unire le loro forze per obiettivi comuni. Hanno deciso quindi di provare a fondare una onlus con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita delle persone meno fortunate.

MartA Onlus opera nel settore Sociale, Sanitario, dell’Istruzione, nella Formazione e nel Volontariato.

Blog

L’Uganda riapre le scuole dopo quasi 2 anni, record mondiale: Le lezioni furono sospese a marzo 2020 per 15 milioni di alunni per la pandemia di Covid

Termina oggi in Uganda la chiusura delle scuole più lunga del mondo, con milioni di bambini che tornano in classe a quasi due anni dalla sospensione delle lezioni per la pandemia di Covid-19.

Ammontano a circa 15 milioni gli alunni che nel Paese africano non hanno frequentato la scuola dal marzo 2020.

“Tutti gli istituti scolastici hanno adottato linee guida e procedure operative standard per garantire il rientro in sicurezza dei bambini a scuola, e misure sono state messe in atto per far rispettare le regole a coloro che non lo fanno”, ha detto all’agenzia Afp il ministro dell’Istruzione, John Muyingo. 
    Tale rientro a scuola ha creato un traffico che ha intasato la capitale ugandese, Kampala. 
    Le organizzazioni per i diritti dei bambini hanno criticato la decisione dell’Uganda di tenere completamente o parzialmente chiuse le scuole per 83 settimane, più a lungo di qualsiasi altra nazione al mondo. “”Non possiamo permettere che questo succeda un’altra volta. Dobbiamo tenere le scuole aperte per ogni bambino, ovunque”, ha dichiarato l’Unicef via Twitter, mentre l’organizzazione Save the Children ha avvisato che ci potrebbero essere alti tassi di abbandono scolastico nelle prossime settimane se non ci saranno interventi urgenti a supporto degli alunni. L’Uganda ha registrato 153.762 contagi e 3.339 morti legati a Covid-19, secondo gli ultimi dati governativi pubblicati lo scorso 7 gennaio. 

Contatti

e-mail: [email protected]

whatsapp: Luca +393407468584. Silvia +393382014590

    Oppure puoi contattarci direttamente compilando il seguente form: